Pagare canone unico patrimoniale CUP

  • Servizio attivo

Dal 1° gennaio 2021 è entrato in vigore il canone unico patrimoniale: consiste nella somma dovuta a comuni, province e città metropolitane per l'occupazione di suolo pubblico e per gli spazi pubblicitari.


A chi è rivolto

A chi occupa in modo permanente (per più di un anno o senza scadenza) o temporaneo (meno di un anno):

  • strade, corsi, piazze e beni del Comune;
  • gli spazi soprastanti (esclusi balconi, verande e infissi di carattere stabile), o sottostanti il suolo pubblico;
  • aree di proprietà privata soggette a servitù di pubblico passaggio.

L'occupazione di spazio pubblico è consentita solo previo rilascio di un provvedimento di concessione o autorizzazione.

Il canone è dovuto dal titolare o, in mancanza, dall'occupante abusivo.

A chi diffonde , anche abusivamente, messaggi pubblicitari mediante impianti installati su aree appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile degli Enti, su beni privati nel caso siano siano visibili da luogo pubblico o aperto al pubblico del territorio comunale, ovvero all’esterno di veicoli adibiti a uso pubblico o a uso privato;

A chi occupa, anche abusivamente, aree destinate a mercati. Per le occupazioni mercatali temporanee, il canone comprende anche la tariffa per il servizio di asporto rifiuti (Tari).

Descrizione

Sono tenuti a pagare il canone unico tutti coloro che occupano in modo permanente o temporaneo una parte di suolo, soprassuolo o sottosuolo o spazio pubblico, appartenente cioè al demanio o al patrimonio indisponibile del Comune o se vi diffondono messaggi pubblicitari .

Le occupazioni di suolo pubblico permanenti sono quelle a carattere stabile (durata minima un anno) che non necessitano di rinnovo annuale e per le quali il pagamento del canone di titolarità, ad esclusione del primo anno in cui viene effettuato contestualmente al rilascio dell’autorizzazione, deve essere eseguito entro il 31 gennaio di ciascun anno.

Devono essere sempre autorizzate con un’apposita concessione – provvedimento che consente l’occupazione, stabilisce i diritti e gli obblighi del concessionario e determina il canone.

L’autorizzazione è necessaria anche in caso di occupazioni esenti dal canone di concessione.

Le occupazioni di suolo pubblico temporanee sono quelle di durata inferiore all’anno e che comunque non sono caratterizzate dalla disponibilità indiscriminata e continuativa dell’area.

Come fare

Per pagare il CUP  il contribuente deve:

  • collegarsi a questo portale;
  • accedere all'apposito servizio online;
  • effettuare l'accesso con le proprie credenziali SPID;
  • effettuare il pagamento.

Cosa serve

Per accedere al servizio è necessario un dispositivo connesso ad internet dotato di browser, che consenta di accedere al link in questa pagina, e delle proprie credenziali SPID.

  • dispositivo che può accedere a questo sito web
  • SPID personale

Cosa si ottiene

Il servizio consente di pagare il canone CUP.
Alla fine del processo è possibile scaricare la ricevuta di pagamento.

Tempi e scadenze

Ai sensi del regolamento Comunale CUP  il pagamento del canone deve essere saldato in un'unica soluzione.

Se l'importo è superiore ad Euro 500,00 il canone può essere  suddiviso in 4 rate di uguale importo con scadenza:

  • prima rata 31 marzo
  • seconda rata 30 giugno
  • terza rata 30 settembre
  • ultima rata 31 dicembre.

Accedi al servizio

Oppure, puoi prenotare un appuntamento e presentarti presso gli uffici.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri